Cari amici, spero che in questo blog troverete notizie per orientarvi nella scelta di un buon allevamento. Troverete anche tantissime foto dei cavalier king della Domus Aventina di Roma, allevamento da cui proviene il mio Scott.
Se la lettura di quanto scriverò aiuterà qualcuno a non soffrire per la morte o le malattie del cucciolo incautamente acquistato, sarà per me fonte di immensa gioia.

Cristina
Per gli appassionati di questa razza segnalo anche Il Cavalier King Charles Spaniel FORUM dove oltre a stare piacevolmente in compagnia scambiandoci notizie e foto, si possono trovare utili informazioni per crescere in modo corretto i nostri Cavalier, approfondimenti su malattie, vaccinazioni, eventuali pericoli da evitare per la loro salute e tutto ciò può servirci nella nostra vita con loro.

Apri Il Cavalier King Charles
Spaniel FORUM in finestra pop-up
( non abilitato per Internet Explorer )

E il sito Conoscere il Cavalier King:consigli, salute, bellezza dove troverete tutti gli argomenti trattati in questo blog e molto altro...un punto di informazione completo sul Cavalier King Charles Spaniel.

Vi aspettiamo!

Ultimi post di Cavalier King Charles Spaniel

sabato 21 aprile 2012

Come rimuovere una zecca in modo facile e sicuro

A differenza di altri parassiti, le zecche non mordono la loro vittima: inseriscono la loro affilata proboscide (rostro) nella pelle e ne succhiano il sangue,loro unico nutrimento. La vita media di una zecca va da una settimana a sei mesi, dipende dalle condizioni climatiche. Le zecche sono gli Artropodi più coinvolti, sia come ATTORI che come VETTORI, nella trasmissione di gravi malattie sia agli animali che all'uomo, secondi in questo solo alle zanzare.

  • Dermacentor reticulatus trasmette la babesiosi (sintomi principali: anemia e febbre), dovuta al protozoo Babesia canis: le specie che colpiscono i cani e i gatti non sono le stesse che causano la malattia nell'uomo.
  • Rhipicephalus sanguineus determina la piroplasmosi del cane, ma può altresì veicolare altre malattie, ad es. l'erlichia o "febbre da zecche", dovuta alla rickettsia Ehrlichia canis: le cure possono richiedere alcuni mesi, e sfortunatamente non sempre sono sufficienti. Per di più, non lasciano immunizzazione successiva e così è possibile per l'animale essere reinfettato successivamente.

RIMOZIONE DELLA ZECCA

Lavate e DISINFETTATE le mani, meglio se calzate dei guanti in latice tipo chirurgico ( in vendita sia in farmacia che nei supermercati ), gli arnesi usati e la pelle del vostro animale sia PRIMA che DOPO l'intervento!
Per asportare la zecca non si devono applicare sostanze per tramortirla
prima di asportarla ( alcuni lo fanno per rendere più facile l'estrazione, usando olio, paraffina, alcool o etere), se si applicano queste sostanze la zecca potrebbe vomitare iniettando in circolo possibili patogeni se è infetta.

Tick Away - Tick Freezer

Esiste uno spray specificamente formulato per facilitare la rimozione delle zecche quando sono fissate nella cute dell'animale. La sperimentazione effettuata presso il Dipartimento di Parassitologia dell'Università Veterinaria di Utrecht-Olanda ha dimostrato che spruzzando Tick Away  direttamente sulla zecca per soli 3 secondi, a causa dell'improvviso raffreddamento, si ottiene la sua paralisi e concomitante retrazione del rostro, con successiva morte e distacco spontaneo dalle cute. Tick Remover è privo di principi attivi antiparassitari e non è assolutamente dannoso né per l'animale né per l'utilizzatore. 

Questo il sito dove ordinarlo on-line  TICK REMOVAL ...

ma ahimè triste sorpresa ... è ESAURITO!
Allora cerca e cerca ho trovato il bel Blog di un laureato in chimica dell'Università di Napoli, che ha avuto un'illuminazione...io non ci ero arrivata!

" Quando le zecche si attaccano alla pelle, la prima reazione è quella di strapparle via come viene viene. Sbagliato. Bisogna farlo bene afferrando la testa della zecca con un paio di pinzette, ed indi estrarre la bestiola con delicatezza. E’ un’operazione che richiede molta attenzione, perché essa cerca di opporsi avvinghiandosi più tenacemente alla cute. Va quindi tolta tirando verso l’alto senza schiacciarla. Altrimenti il suo rostro resta attaccato alla pelle ed il sangue già succhiato rimane in loco, col rischio di infezioni. E allora, che fare? Ecco il suggerimento. Il congelamento. Il ghiaccio spray. Ecco perché è bene averne sempre un flacone con sé, quando si prevede che ci sia il rischio! Bisogna irrorare la zona proprio come si fa per le contusioni. Il risultato è che la zecca muore congelata, ed è molto più facile estrarla per intero, perché non oppone più resistenza. Dopo aver verificato che effettivamente non sono rimasti residui, disinfettate per prudenza. Fatto."

grazie infinite a:

Raffaele Ragone , 
Consulente di Biochimica e Biofisica 
Università Federico II, Napoli
 

altre notizie sono liberamente tratte da  www.inseparabile.com/

4 commenti:

  1. Grazie Cristina sicuramente me lo procurerò. Non avrei mai pensato a una soluzione così semplice per far morire le zecche.

    RispondiElimina
  2. Molto interessante, non sapevo che la zecca moriva all'istante con spray ghiaccio sintetico. Grazie Cri .

    RispondiElimina
  3. Grazie, Cristina, grazie d'aver trovato utile il mio suggerimento e grazie per avere inserito il rimando al mio blog! Voglio solo precisare che non ho fatto prove su animali, ma solo su umani (io tra questi). Inoltre, le 'zecche' sulle quali ho sperimentato il mio metodo erano piccole, almeno a confronto con quelle che di solito ho visto sui cani. Penso che la quantità efficace di ghiaccio spray debba in qualche modo tener conto della grandezza del parassita. Ciao! RaffRag

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te RaffRag, e grazie di aver aggiunto la precisazione sulla quantità di ghiaccio spray da usare!

      Elimina

Grazie della visita e del commento, torna a trovarci!